Itinerari > Il Piave e il Collalto

Alla scoperta

della natura

Il Piave ed il Collalto

Durata: 5 ore
Distanza: 61 km
Dislivello: 400 metri
Difficoltà: Facile

Un giro di “quasi” pianura che vi sorprenderà: non immaginate quali bellezze naturalistiche si nasconde in quell’angolo di paradiso racchiuso tra la pianura a nord del Piave (tratto Fener – Vidor – Falzè) e le colline del prosecco tra il Collalto e Valdobbiadene.

La prima parte del percorso è contraddistinta da una leggera discesa al park di Falzè fino all’area comunale con impianti sportivi e fontana. Dopo aver attraversato il centro del paese, le tortuose stradine minori in parte asfaltate consentono di vedere suggestivi campi coltivati e vigneti fino a Colbertaldo, interessante area naturalistica detta dei “Quartieri del Piave, a nord di Sernaglia.
A Colbertaldo uno strappo consente di superare la dorsale collinare e, con una seri di piacevoli saliscendi, di arrivare a godere della vista sulle prealpi Trevigiane e in particolare sul gruppo del Cesen.
A Pra’ Cenci si comincia a scendere verso il Piave, caratterizzato da un tratto di discesa sassosa che passa in secondo piano una volta intravisti gli stupendi tratturi e sentieri che percorrono il terreno golenale. Se nei giorni precedenti all’escursione ha piovuto a tal punto da far esondare il Piave si saranno formate larghe piscine che riflettono al loro interno la bellezza circostante che prosegue lungo la traversata della piana del Settolo, contraddistinta da numerosi ponticelli in legno e per il passo del GAT, da attraversare chini.
Questo sentiero porta dalle periferie di Bigolino al suo centro e prosegue fino Vidor per concludersi all’Isola dei Morti, immenso giardino. Il ritorno, ricco di tortuosi ed entusiasmanti sentieri conducono attraverso l’oasi naturalistica di Sernaglia e Falzè.

Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. OK Maggiori informazioni